Cerca
  • Lady D

Inaspettata vittoria è motivo di festa per gay e trans da Usa

Questa inaspettata vittoria è motivo di festa per la comunita LGBT. Ora la lotta si sposta fuori dall'aula di tribunale, verso l'officina e per le strade. I sostenitori di LGBT non si aspettavano che questo fosse un mese di orgoglio celebrativo.


Le parate in tutto il paese sono state cancellate a causa della pandemia di Covid-19. Proprio venerdì scorso, in occasione dell'anniversario del massacro del night club Pulse, il Dipartimento per i servizi sanitari e umani ha annunciato l' eliminazione a sorpresa delle protezioni dei diritti civili per gli trans che cercano assistenza sanitaria. Durante il fine settimana, gli avvocati dell'ACLU e molti altri si sono nervosamente morsi le unghie chiedendosi come la maggioranza conservatrice della Corte Suprema potrebbe governare nei casi di discriminazione sul lavoro che ha sentito lo scorso autunno.


Con grande sorpresa, il tribunale ha iniziato questa settimana ribaltando l'ondata di strana disperazione con la sua decisione nella contea di Bostock contro Clayton. In un'opinione della maggioranza di 6-3, scritta dal giudice Neil Gorsuch nominato da Trump e affiancata dal giudice principale John Roberts (un membro di George W. Bush), la corte ha esteso le protezioni della legge federale sui diritti civili non solo ai lavoratori gay e lesbiche ma anche a quelli trans. La maggior parte lo ha fatto interpretando "sesso" nel Titolo VII del Civil Rights Act del 1964 per indicare sia "orientamento sessuale" che "identità di genere", garantendo in tal modo un rimedio per i diritti civili a oltre 3,9 milioni di persone LGBT precedentemente scoperte dallo Stato o leggi comunali.


Questa vittoria non può essere facilmente sopravvalutata. Più di un trans americano su quattro è stato licenziato, non assunto o ceduto alla promozione a causa della sua identità o espressione di genere . E quasi la metà delle persone identificate con LGBT rimane chiusa al lavoro, temendo la discriminazione che potrebbe essere invitata a uscire. Queste maggiori protezioni sul posto di lavoro saranno anche un vantaggio per i lavoratori queer che tentano di sindacalizzare. I lavoratori con UNITE HERE, ad esempio, si stanno organizzando da mesi contro il presunto trattamento discriminatorio di Starbucks nei confronti del suo LGBT e dei lavoratori di colore.


La decisione di Bostock segna anche un cambiamento epocale nel campo di applicazione del processo decisionale della Corte suprema rispetto alle sue sentenze sul matrimonio omosessuale nel 2015. Due anni fa, la corte sembrava mettere un freno alle espansioni dei diritti nella famigerata decisione del capolavoro Cakeshop. Sebbene quel caso sia stato alla fine deciso su un tecnicismo, il difensore di lunga data dei diritti degli omosessuali, il giudice Anthony Kennedy, ha dato un po 'di credito all'affermazione di Jack Baker secondo cui i suoi diritti di primo emendamento all'espressione artistica e all'esercizio religioso libero gli hanno permesso di rifiutare il servizio alle coppie gay in cerca di torte nuziali.


Tali difese della discriminazione a tema di libertà religiosa si sono moltiplicate negli ultimi anni. Sebbene emergano nuovi pericoli, la decisione di Bostock chiarisce che la decisione di matrimonio del tribunale del 2015 non è stata l'ultima delle sue principali dichiarazioni sui diritti delle persone queer.


Con Kennedy fuori dalla panchina e la magistratura federale sempre più trumpiana, come possiamo spiegare la sentenza della corte a Bostock? Come mai non uno, ma due giudici conservatori si sono pronunciati a favore delle parti in causa LGBT?


Per una risposta, possiamo guardare al testo. Secondo la sua opinione di maggioranza, Gorsuch ha riconciliato lo stile interpretativo del suo predecessore, arcconservatore e insultato avversario della giustizia LGBTQ, Antonin Scalia, e le simpatie del suo ex mentore Kennedy per i diritti queer. A Bostock, Gorsuch ha adottato un approccio testualista al titolo VII. Come Scalia, la giustizia minore ha evitato la ricerca delle intenzioni dei disegnatori originali. Invece, Gorsuch si è occupato del significato testuale del sesso, che ha letto come divieto a un datore di lavoro di licenziare "un individuo solo per essere gay o transessuale" perché tale azione è, alla radice, motivata dal sesso. Se un capo licenzia una lavoratrice lesbica per aver sposato qualcuno del sesso "sbagliato" o una persona trans o non binaria per essersi espressa con l'abito di genere del presunto sesso "opposto", allora quel datore di lavoro ha commesso una discriminazione sessuale non ammissibile.


Questa logica potrebbe anche spiegare in parte il voto di Roberts. Sebbene la giustizia principale in precedenza avesse infranto la decisione di matrimonio omosessuale della corte in Obergefell v. Hodges per la sua dipendenza dal processo sostanziale del 14 ° emendamento, vale a dire, la logica di casi come Roe v. Wade che sono generalmente condannati dai conservatori per aver "inventato" nuovi diritti: la base testualista di Bostock è meno anatema alla comprensione del ruolo giudiziario di Roberts.


Al di fuori del regno della teoria giuridica, anche Gorsuch e Roberts sembrano aver ascoltato il nuovo desiderio americano di una politica di tolleranza. In una serie di slip amicus, centinaia di società e associazioni di imprese hanno implorato il tribunale di pronunciarsi a favore dei querelanti LGBTQ. Una coalizione di imprese con un fatturato annuo di oltre $ 5 trilioni, ad esempio, ha sostenuto che le protezioni legali federali creano un clima aziendale che "aumenta la produttività", "riduce gli oneri amministrativi" e "avvantaggia la capacità dei datori di lavoro di attrarre e trattenere i dipendenti". In una frase particolarmente concisa, un gruppo di amministratori delegati e consigli di amministrazione ha avvertito che la discriminazione "minerebbe gli interessi commerciali della nazione".


Come Kennedy, Gorsuch ha avuto pochi problemi a mettere in piedi il suo sostegno personale per i suoi colleghi e amici gay con la sua fedele devozione alle forze del capitale che lo hanno portato in panchina. Sia Gorsuch che Kennedy, per esempio, hanno una lunga tradizione di voti contro il lavoro e a sostegno di schemi anti-regolamentazione. Anche la giustizia principale ha un talento per la lettura di una sala politica. Nel suo parere del 2012 a sostegno dell'Affordable Care Act, Roberts ha respinto l'opposizione conservatrice dei partigiani a "Obamacare" e ha governato in un modo che era allo stesso tempo bipartisan e si rivolse al settore assicurativo sanitario, che aveva ampiamente beneficiato della riforma sanitaria basata sul mercato.


Sulla scia di questa ultima sentenza della Corte Suprema pro-LGBT, ciò che si può dire definitivamente è questo: l'antidiscriminazione è ora una questione bipartisan - o quanto meno, sta rapidamente diventando una - in quella che altrimenti è definita una politica altamente disuguale dalla grande disuguaglianza economica e dal dominio aziendale. A riprova del supporto cross-ideologico per la parità di diritti, un sondaggio del 2019 ha rivelato che oltre il 90% degli americani ha sostenuto misure antidiscriminazione per gay e lesbiche. Un altro ha scoperto che solo un quinto degli americani pensare che un capo dovrebbe essere in grado di licenziare un lavoratore per la sua identità di genere. Il travolgente sostegno del pubblico, combinato con l'evidente preferenza del capitale, può spiegare la mite, accondiscendente dichiarazione di Trump sulla decisione del tribunale. Pertanto, la promessa di uguaglianza di opportunità ai sensi della legge per i gay e i trans americani non è mai stata rispettata, e ci è voluto solo fino all'avvento della Seconda Era Dorata per raggiungerla. Quindi, dove andiamo da qui?


La risposta a questa domanda potrebbe essere meno la provincia della magistratura e più quella della sala del sindacato. L'organizzazione di quegli operai di LGBTQ Starbucks non si limitava ad esporre l'ipocrisia dei discorsi di uguaglianza economica e cinica del gigante del caffè o gli sforzi per presentarsi come strana alleata. Non si trattava solo di ricevere gli stessi magri stipendi dei loro colleghi bianchi, diretti e bianchi. Durante la loro campagna sindacale, i lavoratori di Starbucks hanno chiesto di porre fine a disparità di trattamento, ma hanno anche richiesto più benefici, migliori salari e adeguate tutele sul posto di lavoro per tutti i lavoratori.


Nel loro insieme, queste richieste sono la vera sostanza della dignità e dell'uguaglianza. Sono le cose che una politica antidiscriminazione o una sentenza giudiziaria sono impotenti da sole. Questi lavoratori e altri che fanno i conti con i livelli di disoccupazione indotti dalla pandemia, i salari stagnanti e i diritti di contrattazione collettiva sviscerati danno voce a un senso di uguaglianza molto più pieno di quanto la Corte Suprema possa mai concedere. Di conseguenza, il futuro dell'uguaglianza sarà combattuto almeno tanto nelle lotte in officina, prima dei consigli di amministrazione del lavoro e negli scioperi contro il capo, quanto nelle camere della Corte Suprema.

0 visualizzazioni

Escorts Torino – Inserzioni per adulti e annunci erotici a Torino – Disclaimer  

Utilizzando questo sito dichiari di avere 18 o più anni e accetti l'uso di cookie per il funzionamento è contenuti personalizzati. 

Ricerche frequenti: escort, incontri torinoescort top torinoporn amatoriali, massaggiatrici erotiche, massaggiatrici sexy, gnoccaforum torino, annunci erotici, sexyguida italia torino, numeri puttane, bacheca annunci torino, coppia scambiste, piccole trasgressioni torino, massaggiatrice orientale, torino erotica, attrice pornografica, ragazze sexi, donna cercare uomo, sexy guida, sexy guida torino, donne cerca, sexyguidamalizia, donne mature torino, incontri sesso torino, mature torino, incontri donna torino, hot incontri, bakeca donne torino, annunci massaggiatrici, annunci donne, annunci donna, annunci girls, mosca rossa torino, bacheca incontri torino, annuncio personali, donne in cerca di sesso, cerca incontri, fica bagnata, pornostar italiani, pornostar giovanissime, pornostar italiane, pornostar russedonna cerca uomo torino, gnocca forum torino, annunci incontri torino, annunci personali torinoaccompagnatrici torinosexi guida, escort advisor torino, sexi guida italia, annunci donne torino, incontri donne torino, donna cerca uomo a torino, arcaton torino, annuncio donna, otr torino, annuncio donna cerca uomo, cerco donne torino, donna cerca torino, annunci donna cerca uomo torino, donna cerca uomo torino e provincia, vivastreet, ragazza cerca uomo torino, donne a pagamento torino, foto annunci donne, gnoccatravels torino, donne orientali torino, girl annunci, incontri torino donna cerca uomo, annunci hard torino, donna cerca uomo telefono, donna cerca sesso, escortinn torino, escort directory torino, donna cerca uomo a casa, annunci di donne, mileroticos torino, video annunci incontri, cerco donna per compagnia, escort forum torinoincontri escort torino